Is Luke's Rhetoric Hellenistic, Semitic or Both? The Last Supper as a Test Case

Forskningsoutput: Kapitel i bok/rapport/Conference proceedingKapitel samlingsverk

Abstract

Abstract in Italian
Sono qui messi a confronto due modelli per l’analisi dei Vangeli da un punto di vista retorico: l’utilizzo delle categorie retoriche dei Progymnasmata ellenistici e «la retorica biblica e semitica». Si sostiene che l’utilizzo di un modello non escluda l’utilizzo dell’altro, ma che anzi si completino a vicenda. Un’analisi dell’ultima cena in Lc 22,11-38 serve a illustrare l’uso dei due modelli complementari. Nell’introduzione sono presentati gli argomenti a favore dell’ipotesi che nel Vangelo secondo Luca si faccia uso di entrambi i modelli retorici. L’articolo poi propone due analisi diverse della pericope: l’analisi fatta dall’autore stesso che presenta la pericope come l’espansione di una chreia; e in seguito, l’analisi di R. Meynet che utilizza la retorica biblica e semitica. Le differenze e le corrispondenze tra le due analisi sono identificate e discusse, e, infine, vengono presentate alcune indicazioni sul modo in cui i due tipi di retorica si possono completare.

Detaljer

Författare
  • Tobias Hägerland
Enheter & grupper
Forskningsområden

Ämnesklassifikation (UKÄ) – OBLIGATORISK

  • Religionsvetenskap

Nyckelord

Originalspråkengelska
Titel på värdpublikationStudi del terzo convegno RBS. International Studies on Biblical & Semitic Rhetoric
RedaktörerRoland Meynet, Jacek Oniszczuk
FörlagGregorian and Biblical Press
Sidor365-380
ISBN (tryckt)978-88-7839-249-6
StatusPublished - 2013
PublikationskategoriForskning
Peer review utfördNej